Skip to content

34 – CV e lettera di presentazione

2 febbraio, 2012


Violando la regola numero 1 del manifesto di questo blog, questa settimana ho cercato lavoro. Mi sono iscritto a un paio di agenzie di selezione del personale, ho speso ore surfando internet in cerca di offerte, ho mandato qualche curriculum. Avere tanti interessi e skills molto differenti dovrebbe essere un vantaggio, ma porta anche a disperdere le energie. Mi riesce però impossibile concentrarmi su qualcosa ed escludere tutto il resto. Soprattutto mi riesce difficile presentarmi a chi non mi conosce. Così ho scritto questa lettera di presentazione..che non ho ancora mandato a nessuno.

Sono una persona che dà il meglio quando è costretta a uscire dalla sua “comfort zone” e adattarsi a nuove situazioni. I problemi e gli imprevisti che spaventano molti, per me sono lo stimolo necessario a dare il massimo e non adagiarmi nella routine. Per questo sono particolarmente adatto a lavorare in start-up o aziende dedite alla sperimentazione e alla ricerca di nuove soluzioni.

Avendo viaggiato e vissuto all’estero quasi ininterrottamente negli ultimi 10 anni (ho gestito via internet il mio lavoro per la Gazzetta dello Sport), sono particolarmente adatto a chi cerca un corrispondente in una paese straniero o di implementare in Italia strategie differenti. Conosco molto bene le realtà del Sudamerica e di alcuni paesi del Sud Est Asiatico, ma posso adattarmi rapidamente in qualunque nazione.

Avendo una formazione di alto livello sia tecnica che umanistica, ho sviluppato tanto la mente creativa che quella razionale. Flessibilità, capacità di lavorare in autonomia e di risolvere le situazioni difficili sono i miei punti di forza. Dotato di forte moralità, mi sono scontrato più volte con colleghi o capi che pensano al loro tornaconto personale più che a quello comune.

Vengo considerato imprevedibile e non adatto a lavorare con capi che cercano solo esecutori. Al riguardo, mentre ammetto che in gioventù ero piuttosto ribelle, con gli anni e dopo essermi trovato in ruoli manageriali, ho imparato a rispettare le gerarchie e quel minimo di formalità e diplomazia per evitare attriti o spaventare chi mi deve gestire. Rimane vero però che non ho coltivato i rapporti professionali, e anche considerando che ho speso gli ultimi anni quasi sempre all’estero, non ho la rete di conoscenze adeguata alla mia competenza.

Dopo oltre dieci anni a lavorare come giornalista, per lo più sportivo, community manager e nella produzione di siti internet, negli ultimi tre anni ho continuato a girare per il mondo, lavorando come massaggiatore professionale e insegnante di Yoga. (vedi pagina personale, http://artmassage.wordpress.com).

Questa è la prima volta che mi rimetto sul mercato lavorativo tradizionale, e conscio delle difficoltà generali, ritengo altresì che il mio particolare tipo di esperienza costituiscano un bagaglio di conoscenze unico e da non disperdere. Sono aperto a ogni tipo di lavoro e esperienza nuova, ritenendo di poter sopperire con le mie doti sopralencate alla eventuali mancanze di facoltà specifiche.

From → Uncategorized

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: