Skip to content

35 – Ci vuole un fisico bestiale

6 febbraio, 2012

la sezione della gamba di un triatleta di 74 anni


Se la giornata sarà proficua lo sento già al mattino, quando appena alzato ho voglia di muovermi e fare esercizio. Se riesco a fare un po’ di esercizio prima di fare colazione e mettermi al computer avrò un livello di energia, fisica e mentale, molto più alto per il resto della giornata.

Svegliarmi al mattino con la voglia di muovermi dipende dalla quantità di moto (moltiplicata l’integrale del fattoriale della costante K, aggiunta al logaritmo d’antani, ma qui semplifico) del giorno precedente. Se ne ho fatto abbastanza potrò svegliarmi con qualche muscolo dolorante, ma con energia. Se non ne ho fatto a sufficienza, magari non mi duole nulla, ma sarò pigro e svogliato.

E’ così per tutti. Mens sana in corpore sano: l’attività fisica è la base di tutto. Doveva essere l’argomento della mia tesi di laurea, ma nel 1995 (o 1996) nella facoltà di Filosofia in Cattolica non trovai un professore disposto a sostenermela, per cui dovetti ripiegare su una più empirica “L’informazione sportiva in internet. L’esempio di Gazzetta on line”.

Purtroppo sono cresciuto in un ambiente dove la pratica sportiva mi è sempre stata scoraggiata, anche se almeno mai proibita. E tra i miei difetti peggiori c’è sempre stata l’inconstanza. Per cui nonostante abbia sempre creduto, forte dell’esperienza personale prima di tutto, nel valore dell’educazione ed esercizio fisico, ancora oggi alterno periodi, che possono essere di giorni, settimane o mesi, in cui faccio attività fisica regolarmente con altri in cui mi lascio andare, accumulo stress e divento passivo.

Quando ho smesso di giocare a calcio e ho cominciato a lavorare da casa sono stati i momenti più duri. In palestra mi annoio troppo, anche a correre mi stufo facilmente. Gli ultimi anni sono stati quelli migliori. Da quando ho scoperto lo yoga e ho cominciato a curare la mia alimentazione non solo ho recuperato da anni di uno stile di vita sedentaria, ma ho raggiunto per la prima volta traguardi che a quarantanni sinceramente non pensavo fossero possibili. Per esempio in questi ultimi mesi ho aumentato la mia circonferenza toracica solamente per avere inserito da un paio di mesi delle flessioni delle braccia nella mia routine di yoga.

la gamba di un 74 enne sedentario. Notate la differenza?

I progressi della scienza sono più che confortanti: oggi è possibile per chiunque non solo vivere più a lungo, ma soprattutto rimanere con un corpo e una mente forti e giovanili, senza dover ricorrere a pozioni miracolose. Le chiacchiere stanno a zero: guarda la foto del triatleta di 74 anni che parla meglio di quanto possa impegnarmi. Se non ti motiva questa, non so cos’altro potrebbe farlo. Questo studio lo afferma chiaramente: la perdita di massa muscolare e forza non dipende dall’invecchiamento!

Arrivo a dire questo: fare attività fisica regolarmente è una delle chiavi della felicità. Se il corpo è vivo tutto è più leggero. I problemi diventano più piccoli, sì è più liberi dalle condizioni esterne, si diventa propositivi.

Da qualche giorno sono tornato a esercitarmi regolarmente, grazie anche alla nuova “challenge” del sito Personal Excellence a cui ho deciso di partecipare. Avrei potuto usare la scusa del freddo record milanese per continuare a non fare esercizio, e invece il freddo è diventato un’opportunità per esplorare nuovi territori e imparare nuove cose su di me e il mio corpo. Chiudo con il diario della giornata di ieri domenica. Una domenica bestiale, dove pur avendone tutte le opportunità, non ho visto un gol che uno. Perchè ci vuole un fisico bestiale.

Dopo troppo riposo nella giornata di sabato (il giorno più pigro dell’anno dove comunque ho giocato per 30′ con la WII), la notte mi sentivo iperattivo, camminavo per la casa, facevo mosse di taichi, stretching e sono andato a dormire solo alle 3 del mattino.
Oggi alle 9 ero comunque in piedi, e alle 10 e qualcosa sono andato nel Parco di Trenno a correre. C’era un pallidissimo sole e qualche fiocco di neve che cadeva, quindi c’erano 0 gradi. Essendo domenica mattina il parco era pieno di gente, quasi tutti corridori ed era semplicemente stupendo. E’ molto più facile allenarsi in un ambiente così stimolante.
L’altra buona notizia è che non ho avuto freddo per un secondo: dopo 10 giorni il mio corpo si è ormai completamente riabituato al freddo, nonostante per 14 mesi filati ho vissuto in climi tropicali, dove le minime erano sui 20 gradi. Ho corso per 12 minuti, poi ancora altri 5′, il resto del tempo ho camminato sulle mie scarpe MBT, che sono tanto brutte quanto efficaci.
Ho registrato il mio sforzo con un’applicazione ipod chiamata “pedometro”, che alla fine riportava; 6029 passi, 4,3km, 218 calorie bruciate in 46 minuti e 15 secondi.
Quindi mi sono pesato con la WII e la mia età WII Fit di oggi era 24 anni (faccina radiosa) e il mio Indice di Massa Corporea 22,85, il che vuol dire 0,9kg meno di ieri. Anche se sono ben cosciente che tutti questi dati vanno presi con le pinze, perchè l’applicazione e la Wii sono imprecise, perchè il peso fluttua naturalmente durante il giorno e l’IMC se non è correlato alla percentuale di massa grassa non dice molto, ecc. ecc., questo peso è stata una piacevole sorpresa, perchè negli ultimi giorni ho ingerito una quantità esagerata di calorie e grassi.
Così ho fatto anche ieri a pranzo (prozioni abbondanti di lasagne al ragù, bicchierone di vino rosso e tiramisù). Dopo mezzora di pisolino, il resto del pomeriggio è stato tranquillo fino ai 35′ fayti bene di yoga alle 7 di sera. Il mio corpo era un po’ dolorante, perchè erano 3 settimane almeno che non andavo a correre, ma tutto sommato fore. La posizione sulla testa per esempio era più stabile del solito.
Sono quasi tornato allo stato di forma che avevo perso da quando ho lasciato Cali, tra i trambusti per i continui spostamenti, quindi i malanni vari tra Venezuela e Aruba e il tempo necessario per riadattarmi al clima invernale milanese. Per questa settimana voglio continuare così e trovare tempo per riprendere a meditare un po’.

From → Uncategorized

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: