Skip to content

40km (+33) per salutare Okinawa

4 aprile, 2012

Questa foto ovviamente è stata fatta prima di cominciare a correre


Oggi ho corso per 40km in giro per l’isola di Okinawa, insieme a Jup Brown, che proseguirà fino a Hokkaido. Ok, per più della metà del percorso abbiamo camminato, comunque aggiunti ai 33 di ieri fa 73km di saliscendi in due giorni, con vento non indifferente e affrontati da parte mia senza preparazione.

Ovviamente, mi sento un po’ stanchino.

Quando recupero un po’ di forze scriverò più in dettaglio su questa fantastica esperienza, intanto vi rimando sul blog di questo simpatico neozelandese per i suoi resoconti

E’ stato un bel modo per salutare l’isola di Okinawa, dopo due settimane e mezzo di permanenza. Tornerò tra un mese (o chissà due) per conoscere il Nord dell’isola, ma il Centro-Sud mi ha sinceramente un po’ deluso. Arduo trovare quel che è rimasto di una società il cui stile di vita ha prodotto il maggior numero di centenari oggi esistenti, dopo la militarizzazione americana dell’isola e l’ipermodernità giapponese.

Il primo giorno, bene per i primi 25km, poi è arrivata la stanchezza

Domani volo a Miyako-jima, dove dicono ci sono le spiagge più belle del Giappone. In particolare la spiaggia di Maheama, dove grazie a un angelo di Couchsurfing di nome Ayako, ho trovato in affitto un letto per 300.000yen (277€ al cambio di oggi) per un mese, incluso utilizzo bici e tutte le amenità di un ostello (cucina, free wi-fi ecc.).

Manco a farlo apposta, tra pochi giorni è previsto l’evento più importante dell’isola: una competizione di triathlon! Il mio obiettivo per il prossimo mese però è un altro: imparare un po’ di giapponese.

From → Uncategorized

4 commenti
  1. mariella permalink

    esperienza imprevista e ….stancante
    almeno hai collaudato seriamente le scarpe con le dita

    • no, le Vibram le ho usate solo per metà giornata ieri. Oggi avevo abbastanza acciacchi e correvo sull’asfalto tutto il giorno per caricare le articolazioni ulteriormente. Per i 15 e passa km di ieri comunque mi ci sono trovato bene

Trackbacks & Pingbacks

  1. La migliore assicurazione di viaggio | i viaggi di clach
  2. Traveller profiles: Andrea Trevisan, un tipo mosey | i viaggi di clach

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: